I progetti di ricerca del Dta: risultati, strategie, prospettive

I progetti di ricerca del Dta: risultati, strategie, prospettive

Realizzata una pubblicazione contenente le attività di 6 contratti già completati.

Il presidente Acierno: in questi anni abbiamo sviluppato attività di ricerca per 150 milioni, coinvolgendo 46 imprese e 300 ricercatori e creando occasioni di lavori per 165 ingegneri. Ora ci interroghiamo sulle nuove sfide collegate ai cambiamenti tecnologici e su come affrontarle

Venerdì primo marzo, con inizio alle 14,30, a Villa Romanazzi Carducci di Bari si svolgerà l’iniziativa di presentazione de “I progetti del Distretto Tecnologico Aerospaziale: risultati, strategie, prospettive”. Sarà il presidente del Dta, Giuseppe Acierno, a introdurre i lavori relativi ai progetti di ricerca che sono stati raccolti in una pubblicazione. “Sarà una giornata di networking con la comunità di ricercatori ed addetti delle imprese dell’aerospazio, nostre socie e partner, con cui in questi anni abbiamo portato a compimento contratti del valore di oltre 150 milioni di euro che hanno coinvolto: 46 imprese, università e centri di ricerca pugliesi, italiane ed europee; oltre 300 ricercatori ; oltre 120 giovani ingegneri pugliesi in master post laurea, ai quali se ne sono aggiunti altri 45 utilizzati e contrattualizzati direttamente dal Dta”, ha ricordato il presidente del Dta, Acierno. Oggi tutti sono impiegati nel settore dell’aerospazio in Puglia, in Italia e nel mondo. Una giornata per rafforzare e rilanciare un’ esperienza concreta e misurabile che testimonia come l’innovazione sia una formidabile leva per la nostra crescita”, ha detto ancora.

Dopo l’intervento di Manuela Matarrese, responsabile di Alta formazione e Placement del Dta, verranno illustrati i risultati relativi ai seguenti progetti già completati e illustrati nella pubblicazione: DIMAS “Tecnologie e processi ad alta automazione per la produzione di strutture in composito e loro manutenzione nel ciclo di vita dei prodotti” con presentazione di Benedetto Gambino, di Leonardo SpA; SPIA “Strutture Portanti Innovative Aeronautiche”, con presentazione di Giuseppe Totaro, Leonardo SpA; TEMA “Tecnologie Produttive per Leghe di Alluminio ed al Titanio”, con presentazione di Maria Rita Petrachi, di AvioAero; APULIA SPACE “sviluppo di tecnologie abilitanti nei segmenti Spazio, Terra e Utente”, con presentazione di Cristoforo Abbattista, di Planetek; MAIPCO “Metodologie Avanzate di Ispezione e Controllo dei processi produttivi di strutture complesse in composito”, con presentazione di Silvio Pappadà, del Consorzio Cetma; MEA “Gestione ibrida dell’energia per applicazioni aeronautiche”, con presentazione di Giuseppe Giliberti, di AvioAero.

A seguire si svolgerà una tavola rotonda, coordinata da Acierno sul tema “La quarta rivoluzione industriale tra sfide e cambiamenti: siamo pronti?”. Sull’argomento si confronteranno: Luigi Gallo, responsabile Area Innovazione di Invitalia; Domenico Laforgia, Direttore del Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro, Regione Puglia; Cristina Leone, presidente del Cluster Tecnologico Nazionale dell’Aerospazio; Laura Morgagni, Segretario Generale, Cluster Tecnologico Nazionale Tecnologie per le Smart Communities; Silvia Nardelli, dirigente dell’ UFFICIO II – Incentivazione e sostegno alla competitività del sistema produttivo privato e del pubblico/privato in ambito nazionale e internazionale- del Ministero dell’Istruzione e della ricerca; Enrico Pisino, presidente del cluster nazionale dei Trasporti; Pietro Aleardo Siciliano, presidente di INNOVAAL – TAV, Cluster Tecnologico Nazionale “Tecnologie per gli ambienti di vita”; Gianluigi Viscardi, presidente del Cluster Nazionale Fabbrica Intelligente.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn