Il DTA sul canale televisivo Chilevisiòn

C’è la Puglia dell’aerospazio nel racconto che il canale televisivo nazionale cileno Chilevisión, su iniziativa dell’Ambasciata d’Italia e in collaborazione con la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sta realizzando sulle eccellenze tecnologiche e produttive dei distretti industriali italiani.

Oltre al Distretto aerospaziale pugliese, gli altri distretti industriali coinvolti nel progetto, selezionati in collaborazione con Confindustria nazionale, sono: in Lombardia, la filiera Design-Arredo e il distretto della Cosmetica; nel Veneto il distretto dell’Occhialeria e il distretto della Giostra del Polesine; in Emilia Romagna la Motor Valley e la Food Valley: nelle regioni Marche e Umbria il distretto Calzaturiero Fermano-Maceratese e la filiera del Cachemire; in Campania il distretto Orafo/Corallo e il distretto della Pasta.

Perché la Puglia. La Puglia contribuisce in maniera determinante al significativo ruolo che il nostro Paese svolge nel settore aerospaziale. Lo descrivono i numeri delle aziende (oltre 80), degli addetti (inclusi i ricercatori oltre 7.000) e il valore delle esportazioni che nel 2018 è stato di 561,6 milioni di euro, con un’incidenza sull’export nazionale che ha superato il 9,7%, e nel 2019 un fatturato export di 738 milioni di euro, in crescita del 31,8 per cento nel 2019 rispetto all’anno precedente e un’incidenza sul risultato delle esportazioni nazionali dell’11,9%. Grazie all’alto livello di competenza le imprese pugliesi sono presenti in molti dei programmi internazionali sia di natura industriale che istituzionale. Le competenze riguardano la progettazione, costruzione, integrazione e supporto a sistemi complessi di aeromobili ed elicotteri; la progettazione e manutenzione di propulsori per l’aeronautica militare e civile e lo spazio; la progettazione e lo sviluppo di componentistica hardware e sistemi software avanzati per applicazioni aerospaziali, civili e militari, la progettazione e produzione di microsatelliti, lo sviluppo di applicazioni nel settore dell’osservazione della Terra, della navigazione satellitare e le telecomunicazioni. Ricerca, innovazione e formazione sono stati determinanti per la crescita ed il consolidamento dell’aerospazio pugliese ed hanno contribuito a rafforzarne la reputazione a livello internazionale.

Il programma di Chilevisión si struttura in 6 episodi della durata di 30 minuti ciascuno, articolati in visite in loco presso stabilimenti prodottivi dal Nord al Sud del Paese, con interviste a imprenditori e lavoratori. La missione pugliese della Tv cilena è cominciata oggi, 6 aprile, a Grottaglie, e si concluderà a Bari venerdì, 8 aprile. Nella prima giornata le riprese della Tv cilena hanno riguardato l’aeroporto di Grottaglie « Marcello Arlotta », dove Giuseppe Acierno, Presidente del Distretto Tecnologico Aerospaziale, è stato intervistato e ha raccontato delle attività svolte per rafforzare il sito in una attività di sistema. “Siamo oltremodo soddisfatti per essere stati individuati da Confindustria nazionale come una delle eccellenze italiane da presentare nei servizi sul Made in Italy per la televisione cilena e per essere stati indicati come l’eccellenza pugliese”, sottolinea Acierno. “Si tratta di un riconoscimento per la crescita ottenuta nel corso degli anni dal settore aerospaziale pugliese che, seppure colpito dagli effetti della pandemia, conferma il suo alto tasso di dinamismo e di innovazione, e continua a operare in una logica di sistema per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi a livello nazionale ed internazionale”, conclude il presidente del Dta.

“La troupe cilena ha visitato successivamente lo stabilimento di Leonardo, dove sono stati intervistati: Jimmy Pelaez, Senior Manager di Boeing Global Field Operations per l’area Emea e della catena di approvvigionamento per l’Europa ; Raffaele Gargiulo, vicepresidente dei programmi Boeing di Leonardo che a Grottaglie realizza le fusoliere per il Boeing 787. Sono state programmate anche attività di volo di droni, posto che Grottaglie è stato riconosciuto come airport test bed per le attività dei velivoli senza pilota, e dell’idrovolante con le ali ripiegabili “Seagull” che sta realizzando Novotech, azienda con stabilimento produttivo ad Avetrana. L’idrovolante in questo periodo sta effettuando proprio presso l’aeroporto di Grottaglie le prove per ottenere le certificazioni alle attività di volo. Le attività di volo dei droni e del Seagull sono programmate per oggi pomeriggio.

Jimmy Pelaez – Boeing

Domani, giovedì 7 aprile, in mattinata, la troupe della Tv cilena sarà a Brindisi, dove è stato organizzato un tour nell’area portuale con l’obiettivo di rappresentare al meglio le potenzialità dello scalo sul piano delle infrastrutture, della logistica e delle attività turistico-culturali collegate. Sarà anche l’occasione per far conoscere ai cileni alcune imprese del territorio. Al tour parteciperanno; Alessandro Delli Noci, Assessore regionale allo Sviluppo Economico; Giuseppe Danese, presidente del Distretto della Nautica Pugliese; Teo Titi, Presidente Nazionale della sezione Yacht di Federagenti. Venerdì, ultimo giorno dedicato all’aerospazio pugliese, la troupe cilena si sposterà a Bari per una intervista a Mariella Pappalepore, presidente di Planetek, azienda barese che si occupa tra l’altro di: Elaborazione di dati satellitari, aerei e da droni per la produzione di cartografia e informazioni geografiche e di progettazione e sviluppo di infrastrutture di dati spaziali (SDI) per l’archiviazione dei dati geospaziali e la loro gestione e condivisione.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn