Drones Beyond di successo con lo show finale in Fiera del Levante

Si è concluso dopo due giorni di confronto tra rappresentanti istituzionali ed esperti del settore il Drones Byond 2023  sullo Sviluppo di servizi aerei innovativi per la Smart City e l’agricoltura di precisione organizzato dal Distretto Tecnologico Aerospaziale in collaborazione con il Comune di Bari e la Casa delle Tecnologie Emergenti (Cte) il 25 e 26 ottobre in Fiera del Levante.

Alla due giorni hanno partecipato 950 persone, con circa 400  rappresentanti di istituzioni e aziende del settore provenienti da 19 Paesi. Presente anche una delegazione israeliana. Folta la rappresentanza di studenti delle scuole superiori di tutta la Puglia che si sono cimentati nelle gare con l’utilizzo dei droni in circuiti predefiniti.

L’evento clou della chiusura è stato il Drones Light Show con due appuntamenti alle 19 e alle 20.30 presso la rotonda di via Paolo Pinto (dinanzi all’ingresso monumentale della Fiera del Levante). È stato uno spettacolo durante il quale si sono alzati in  volo 100 droni che hanno dato vita a figure e coreografie che hanno illuminato il cielo di Bari unendo arti visive e tecnologia in maniera innovativa.

Centinaia  di baresi hanno ammirato lo show dei droni.

Il presidente del Dta, Giuseppe Acierno, ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti dal Drones Beyond, ormai alla terza edizione. “Siamo soddisfatti per aver contribuito ancora un volta a rafforzare il ruolo della Puglia e di Bari nel sistema aerospaziale nazionale e internazionale, facendo incontrare coloro che sono impegnati nella definizione di regole e  nella predisposizione di prodotti  per far crescere l’utilizzo dei droni in attività di protezione civile e di uso industriale, come nel caso dei progetti sui quali stiamo lavorando, per rafforzare il controllo del territorio, per operare in sicurezza nelle aree portuali trasportando pesi sino a 100 chilogrammi tra la terraferma e piattaforme localizzate in mare, per interventi nel settore dell’agricoltura di precisione e in progetti per individuare la xylella prima che il batterio si manifesti attraverso il disseccamento di rami e foglie degli alberi di ulivo. Siamo soddisfatti anche per le attività che coinvolgono le scuole pugliesi e permettono a tanti giovani di misurarsi con le attività del futuro e con strumenti che sempre più faranno parte della nostra vita quotidiana”, ha detto il presidente del Dta.

Facebook
Twitter
LinkedIn