loghi-organizzatori-supporto
loghi-patrocini

DB Racing

Per avvicinare i giovani alle STEM e alle tecnologie dei droni attraverso lo sport e la competizione

Grottaglie - March 20-21-22, 2024

betafpv
Il DTA persegue la finalità di intraprendere azioni per sviluppare e consolidare le competenze del sistema aerospaziale regionale sostenendo, attraverso l’eccellenza scientifica e tecnologica, l’attrattività di investimenti ed il potenziamento del sistema della ricerca pugliese in un contesto nazionale ed internazionale.
Negli ultimi anni il Distretto ha promosso e realizzato il Drones Beyond, un evento finalizzato alla presentazione di prodotti e soluzioni nel settore dei droni, per fornire ad un pubblico sia di esperti che di potenziali fruitori, una indicazione sullo stato di sviluppo di tecnologie ed applicazioni, ma anche per contribuire all’importante azione di conoscenza delle potenzialità e delle utilità che ne possono derivare, sia ai produttori che a chi eroga servizi, favorendone l’accettazione e la condivisione.
Giunto alla sua quarta edizione, Drones Beyond, oltre a proporre un ricco programma di conferenze e seminari, offre l’opportunità a aziende e istituzioni di presentare, in mostra statica e dal vivo in ambienti reali (come l’Aeroporto di Grottaglie e i terreni circostanti, la città di Bari, etc), le soluzioni e le tecnologie sviluppate quali esempi concreti di applicazioni attualmente realizzabili. Le dimostrazioni dal vivo vanno dalla presentazione di nuove tecnologie, alla esibizione di soluzioni che ne integrano le potenzialità (velivoli manned ed unmanned, sistemi satellitari e terrestri di osservazione e acquisizione dati, sensoristica, etc) in diversi ambiti applicativi.

Il DTA ha sempre dedicato una particolare attenzione ai giovani, a partire dai più piccoli, proponendo, con il supporto e il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale, diverse iniziative per ispirare e stimolare la curiosità dei ragazzi e avvicinarli alle tecnologie ed all’innovazione.

Cogliendo l’opportunità offerta dal Drones Beyond, le proposte di orientamento per le scuole negli ultimi anni, sono state focalizzate sulle potenzialità e utilità dei velivoli senza pilota a bordo (droni), facendo conoscere agli studenti i diversi settori dell’attività umana (trasporti, osservazione dei territori e dei fenomeni connessi, sanità, agricoltura, lavoro aereo, etc.) su cui impattano.

La DB (drones beyond) Racing è la gara che il DTA organizza per le scuole medie di II grado che permette agli studenti di cimentarsi come neo-piloti alla guida di mini droni per permettere loro, attraverso il gioco e lo sport, di avvicinarsi alle tecnologie che vengono presentate in occasione del Drones Beyond.

 

I droni, oltre ai numerosissimi campi di applicazione, sono diventati, grazie al progresso delle tecnologie, protagonisti di una disciplina che è a tutti gli effetti uno sport: la drone racing FPV.
Oggi in tutto il mondo, dopo il riconoscimento ricevuto nel 2016 da parte della FAI (Federazione aeronautica internazionale), si organizzano campionati mondiali per “atleti” professionisti che si sfidano in circuiti di gara alla guida di droni FPV (First Person View) in diversi modi, quali: i piloti devono completare un percorso prestabilito nel minor tempo possibile gareggiando uno alla volta, oppure devono affrontare tutti insieme il circuito completando un dato numero di giri e vince chi taglia per primo il traguardo, o, ancora, si sfidano nell’effettuare voli acrobatici in un arco temporale stabilito. Tutte le modalità di gare mettono alla prova i piloti che devono eseguire le manovre in tempi rapidissimi e controllare tutti gli angoli di movimento del drone contemporaneamente. La maggior parte dei piloti “professionisti” (oltre il 90%) costruisce i propri droni per dotarli di nuove impostazioni e configurazioni capaci di renderli più veloci e manovrabili.
La gara di drone racing FPV che proponiamo alle scuole, permette di entrare in contatto con questo sport e, al contempo, con le tecnologie che lo rendono possibile, provando a praticarlo.

In occasione del Drones Beyond, viene allestito il circuito di gara consistente in una gabbia all’interno della quale neo – piloti dovranno far compiere ai droni un determinato percorso nel minor tempo possibile.

La competizione si svolge a squadre, composte ciascuna da quattro studenti, provenienti dalle scuole che si saranno candidate e che risulteranno ammesse.
Per permettere al gruppo dei quattro studenti di prepararsi alla competizione, vengono organizzate giornate di addestramento/allenamento con tecnici specializzati.

In quella stessa giornata, ai professori che accompagnano le squadre viene consegnato il kit per partecipare alla gara che comprende un mini-drone FPV, completo di software e visore, le regole della gara e il “circuito virtuale” che simula il percorso reale che dovrà essere affrontato durante la competizione e che permetterà loro di allenarsi.
La partecipazione alle giornate di addestramento è facoltativa. Qualora la scuola ammessa alla gara decida di non partecipare, il kit verrà spedito per posta.
A tutte le scuole ammesse viene indicato il nominativo e i relativi contatti, di un “allenatore” che potrà essere consultato per prepararsi alla gara.

Durante le giornate dell’evento Drones Beyond si svolgono gare tra un minimo di tre squadre per volta.
Al termine delle gare, viene premiata la squadra che avrà realizzato il miglior tempo.

Le scuole, oltre a partecipare con una propria squadra alla gara DB Racing, possono visitare, durante la permanenza alla manifestazione, l’area espositiva e seguire le attività convegnistiche. Qualora interessati, potranno anche assistere alle dimostrazioni “live” (o registrate, nel caso di condizioni meteorologiche avverse), di droni che effettuano missioni di vario tipo, quali monitoraggio ambientale, il montaggio di antenne o il trasporto di pacchi.

 

Obiettivo: percorrere un circuito nel minor tempo possibile rispettando le regole!

Le regole:

  • Il circuito si compone di gate e ostacoli: dovranno essere attraversati e/o superati secondo la sequenza e modalità prestabilita e comunicate a tutte le squadre nel briefing pre-gara dagli organizzatori;
  • ciascuna squadra, nella fascia oraria assegnata, avrà a disposizione almeno 2 turni di volo per ciascun pilota, per un totale di 8 prove complessive per team. Ogni turno durerà 5 min.
  • I 4 piloti dei tre team che gareggiano nella stessa fascia oraria, partiranno in sequenza, in batterie di 3 per turno.
  • Alla partenza, sarà attivato un cronometro che registrerà la durata di ogni giro completato da ciascun pilota nel proprio turno di volo.
  • Finito il tempo a disposizione del pilota, il cronometro verrà fermato e nel caso in cui il pilota non sia riuscito ad ultimare il percorso neanche una volta, gli sarà assegnato automaticamente la durata massima e dovrà lasciare il posto al pilota successivo del suo team.
  • Il percorso potrà essere effettuato con il grado di stabilizzazione e velocità preferito.
  • Saranno presi in considerazione, ai fini della classifica generale, solo le durate dei giri che saranno stati eseguiti rispettando il percorso tra gate e ostacoli nella sequenza prestabilita.
  • Le operazioni di cambio/ricarica batteria, posizionamento/recupero drone saranno svolte esclusivamente dallo staff.
  • Le decisioni dei giudici di gara sono inappellabili e non sono contestabili.

Tutti i piloti devono sapere che:

  • Lo scontro tra droni che volano contemporaneamente non è penalizzabile, ne contestabile. In tal caso se i piloti sono ancora in grado di volare o a decollare in autonomia, possono continuare; in caso contrario sarà cura dello staff rimettere il drone in gara.
  • Il cronometro non verrà in alcun caso azzerato o stoppato.
  • I piloti non devono cambiare le frequenze assegnate ai droni dallo staff, pena perdita del turno.
  • Nel caso in cui il giudice di gara segnala un mancato passaggio di un ostacolo, il pilota dovrà tornare indietro e affrontarlo correttamente.
  • Viene lasciata completa autonomia nell’assegnazione dell’ordine di volo dei piloti di ciascun team. Qualora un team scelga di far partecipare più di 4 piloti, il tempo massimo a disposizione del team, di 40 minuti, pari a 8 turni di gara,  rimarrà invariato.

Ciascun team dovrà:

  • Avvisare l’organizzazione tempestivamente riguardo danni al drone preso in consegna in modo da predisporne la riparazione il giorno di gara.
  • Comunicare eventuali batterie aggiuntive a disposizione in modo da predisporre la stazione di ricarica.
  • Arrivare in orario, pena possibile esclusione o penalità.
  • Comunicare prima della gara la lista dei piloti e l’ordine di volo.
  • Caricare batterie, radio e visore la sera prima della gara pena possibile esclusione o penalità.

 

Penalità

  • Le penalità sono decise e assegnate dal giudice di gara.
  • Possono consistere nel ripetere un ostacolo non affrontato correttamente, annullare un giro di gara, fermare il pilota, espellere il pilota, espellere l’intero team.

Le penalità saranno assegnate in caso di:

  • ritardo;
  • comportamento non sportivo o irrispettoso da parte di partecipanti ed accompagnatori;
  • cambio di frequenza di comunicazione del drone volontario o involontario (drone disconnesso e salto del turno);
  • evidente comportamento fraudolento (saltare ripetutamente gli ostacoli);
  • comportamenti che distraggono i piloti;

In fase di organizzazione dell’Evento Drones Beyond, il DTA lancia una “call” in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale che, attraverso una circolare, informa tutte le scuole della regione e invita a presentare la propria candidatura entro un termine prefissato.

Qualora interessata, la scuola dovrà trasmettere una “domanda di partecipazione” con una allegata “scheda motivazionale”, completa dei campi richiesti, agli organizzatori del DTA.

Le domande vengono valutate in base all’ora di arrivo.

Non vengono considerati i minuti e i secondi e vengono prese in considerazione le domande pervenute oltre i termini su indicati, solo nel caso di disponibilità residue. Nel caso di domande pervenute nella stessa ora, sarà effettuata, a discrezione dei giudici di gara incaricati, una valutazione della composizione della squadra in relazione alla parità di genere e inclusione, la scheda motivazionale ed altresì su base geografica, al fine di consentire la partecipazione di scuole provenienti da più aree territoriali.

Ad ogni edizione vengono ammesse 12 scuole.

Le scuole ammesse vengono contattate dal team del DTA che fornisce al docente referente indicato nella domanda di partecipazione, informazioni di dettaglio sulle modalità di partecipazione, oltre ad  orari e aspetti logistici.

A seguire la scuola dovrà trasmettere conferma di partecipazione al fine di consentire ad altre scuole che hanno fatto richiesta e, che per mancanza di disponibilità, sono rimaste escluse, di poter partecipare.

A seguito della conferma, la scuola riceverà il “Kit” per prepararsi e partecipare alla gara e le date degli incontri di addestramento.

Gli studenti nei giorni della manifestazione saranno accolti dai giudici di gara e saranno offerti loro gadget e materiali illustrativi.

Ciascuna scuola potrà partecipare alla gara con una sola squadra di 4 persone, accompagnata da un gruppo di massimo 30 studenti. Potrà tuttavia essere segnalato l’interesse a far assistere alle gare e alle dimostrazioni e visitare l’esposizione a più di un gruppo di studenti e la richiesta sarà accolta, e tempestivamente comunicata, nel caso in cui il numero di scuole partecipanti non abbia saturato le disponibilità.

Per ogni gruppo di 30 studenti potranno essere previsti due docenti accompagnatori.  

I costi dei trasporti per raggiungere il luogo della gara e del vitto saranno a carico della scuola.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste inviando una mail a:

carmelo.fortunato@dtascarl.it